Storia Del Mostro Di Firenze

La storia ci racconta che la ribollita nasce del Medioevo, quando i servi mangiavano gli avanzi dei banchetti dei padroni, e così facevano ribollire il pane con le verdure avanzate e la zuppa poteva durare a lungo. Prima di portarla a tavola dunque veniva ribollita.

Che gente abitasse colà e quali episodi vi si svolgessero, può mostrarlo la seguente denunzia testuale che Jacopo di Bernardo d’ Alamanno De’ Medici, uno dei poco fortunati possessori di case in questa località faceva nel 1498 e che trovasi registrata nel campione del gonfalone Drago S. Giovanni. I fatti ai quali si accenna in story denunzia singolarissima per forma e per stile, si riferiscono all’epoca in cui trovavasi a Firenze coi suoi soldati francesi Carlo VIII.firenze

L’ignoranza è la condizione che qualifica una persona, detta ignorante, cioè chi non conosce in modo adeguato un fatto un oggetto, ovvero manca di una conoscenza sufficiente di una più branche della conoscenza. Può altresì indicare lo scostamento tra la realtà ed una percezione errata della stessa. In senso comune il termine ignoranza indica la mancanza di conoscenza e di qualche particolare sapere, inteso in generale su di un fatto specifico. Può significare anche non avere informazioni su un fatto su un argomento. Questa è l’accezione originaria del termine, che deriva direttamente dal greco gnor-izein (conoscere) attraverso il latino ignorare. Successivamente, l’aggettivo ignorante si è evoluto in senso dispregiativo, indicando coloro i quali sono senza educazione cultura.

Il collegamento tra il primo duplice omicidio (Signa 1968) e i successivi è da sempre uno dei misteri più controversi tra i molti che costellano il caso criminale del Mostro di Firenze: cittadino amico sì vs cittadino amico no; messaggio anonimo sì vs messaggio anonimo no; depistaggio sì vs depistaggio no. Nel mio libro ho dedicato un’appendice al maresciallo Fiori e al suo apporto alle indagini, prendendo posizione abbastanza netta per depistaggio certamente no, anonimo probabilmente no. Una discussione in corso su un discussion board dedicato mi induce a ripercorrere la vicenda vagliando nuovamente le fonti in mio possesso; chissà che una rinnovata analisi a qualche anno di distanza e con qualche nuovo elemento a disposizione non possa portare a una conclusione diversa.

Perchè nella mia qualità di ignorante eccezionale, non posso tollerare che altri lo siano più di me, almeno che si mostrino tali in faccia al pubblico: e nel livore dell’invidia ho fatto voto che una volta l’altra avrei scritto di belle arti anch’io, e che avrei condensato in poche pagine tanto sugo e tanta quintessenza di enormi spropositi, da far parer geni tutti questi animali.

Al piano superiore dei lati occidentale e settentrionale del Chiostro Grande furono edificati, dal secondo decennio del Quattrocento, i cosiddetti appartamenti papali. Il primo nucleo fu predisposto per ricevere Martino V, accolto a Firenze nel 1419 di ritorno da Costanza, dove period stato eletto papa. Successivamente ampliati, gli appartamenti avrebbero ospitato i lavori del Concilio indetto da papa Eugenio IV, che sancì l’effimera riunificazione della Chiesa d’Oriente con quella d’Occidente (1439). La cosiddetta Sala Grande Salone del Concilio, la cui originaria ubicazione è ancora oggi indicata da una targa epigrafica visibile dal Chiostro Grande, verrà concessa all’inizio del Cinquecento a Leonardo da Vinci per eseguire i cartoni preparatori della pittura con la Battaglia di Anghiari, destinata a decorare una parete del Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio.

The Albergo Firenze presents 44 prime quality rooms in quite a lot of sizes together with singles, doubles and even triples. Every room is decorated and furnished in a traditional type with darkish parquet flooring, picket furnishings and rich fabrics. All rooms enjoy a small balcony with some rooms overlooking the gorgeous square of Piazza Volta, and others overlooking the serene interior garden and courtyard of the hotel. All rooms additionally benefit from the newest mod cons together with digital TV, free Wi-Fi, minibar, air-con and private en-suite loos. Check out our Rooms page for extra data.